Con il presente intervento la proprietà ha deciso di intraprendere una importante operazione di restyling dell’area di competenza, concentrandosi tanto sull’unità immobiliare che sulla pertinenza del parcheggio, di un complesso prospicente l’Autostrada A1 e quindi soggetta a vincolo paesaggistico. Da un punto di vista di intervento sull’edificio, l’intenzione è il raggiungimento di un elevato livello di prestazione energetica del fabbricato, ottenuto mediante molteplici accorgimenti tali da far passare l’immobile da una ipotetica classe E iniziale, ad una ipotetica classe A3 alla fine dell’intervento. Il sensibile miglioramento di prestazione energetica previsto, si ottiene innanzitutto mediante un’attenzione particolare al miglioramento dell’involucro edilizio, passo fondamentale questo per intraprendere un serio intervento di riqualificazione energetica. Tale aspetto si esplicita modificando sensibilmente la copertura mediante la demolizione del tetto esistente, la creazione di una copertura a falda con struttura in legno e inserendo pannelli sandwich in lana minerale in copertura di 15 cm di spessore. In facciata invece si prevede la realizzazione di superfici opache con pannelli sandwich di spessore pari a 10 cm e superfici trasparenti con trasmittanze termiche globali di 1,5W/mqK. I fabbisogni energetici del fabbricato saranno coperti per il 65% da un impianto fotovoltaico presente in copertura. La facciata principale risulta movimentata oltre che dall’alternanza fra superfici vetrate ed opache, anche dalla presenza di elementi frangisole fissi, installati tanto per una funzione estetica che energetica, in quanto gli elementi hanno il compito di schermare la radiazione solare incidente sul prospetto Sud. Inoltre nell’idea originaria del progetto, tali elementi posso anche avere funzione di supporto per eventuali installazioni temporanee, qualora la proprietà volesse organizzare eventi sul piazzale di pertinenza per promuovere la propria attività. Anche sull’area esterna si prevederà una miglior articolazione dello spazio, creando una fascia di interno-esterno davanti agli ingressi, al fine di allontanare dal traffico veicolare i fruitori dell’attività. I percorsi dei mezzi sono stati pensati attuando due differenti ingressi, separando il lato riservato ai clienti da quello per i fornitori, e la viabilità del lotto è stata pensata in modo tale da ricreare aree di parcheggio integrate con delle superfici a verde, al fine di garantire la permeabilità del lotto.

Caratteristiche dell’appalto

Tipologia: Coordinamento gruppo di progettazione, progettazione architettonica preliminare, definitiva, esecutiva, richiesta e ottenimento autorizzazione paesaggistica.

Luogo: Calenzano

Anno: 2018-2019

Render: David Maria Pantini Architects