Il bando di concorso si concentrava su di una specifica area dell’impianto, per creare delle zone di alloggio per l’inserimento di membrane di depurazione del tipo MBR. A seguito delle modifiche da prevedere per l’installazione di tali elementi, scaturiscono successive considerazioni che coinvolgono alcune delle ulteriori varianti proposte. Al fine di venire incontro alle richieste del bando relative alla flessibilità dell’impianto, si è previsto l’inserimento di n° 3 comparti membrane, creando però le predisposizioni di base per poter dotare il depuratore di un ulteriore comparto membrane, utilizzabile qualora le future espansioni dell’area o altre motivazioni comportino l’incremento sostanziale di abitanti equivalenti.

Nell’ottica poi di focalizzare l’attenzione anche sugli aspetti di manutenzione, si è cercato di concentrare i macchinari in specifiche zone, facilmente raggiungibili e di dotare le vasche di camminamenti quali passerelle e grigliati che consentano il facile raggiungimento della sommità della vasca. Tale accorgimento permette di controllare meglio le eventuali problematiche che potranno manifestarsi nel corso dell’esercizio, e favorisce lo smontaggio o la manutenzione di specifici pezzi. Nel progetto quindi si è cercato di porsi dalla parte del conduttore dell’impianto per poter determinare quali sono le aree percorribili da un operatore o usufruibili da eventuali mezzi per il sollevamento degli elementi più pesanti dell’impianto.

 

Caratteristiche dell’appalto

Tipologia di lavoro: Concorso – Procedura negoziata per la realizzazione e messa in esercizio delle opere per il potenziamento dell’Impianto di Depurazione acque reflue di Seano nel Comune di Carmignano (PO)

Esito: 2° classificato

Incarico: Project Manager e progettazione opere strutturali

Gruppo di partecipazione: Cooperativa Cellini – Fildrop

Luogo: Carmignano (PO)

Valore dell’Appalto: € 2.000.000

Anno: 2014